IL FRULLATO VERDE

                                                               Oggi vorrei proporvi una colazione alternativa al solito caffè e cornetto, il frullato                                                                  verde. Il segreto di un frullato che non solo è buono ma che ti fa anche bene è di non usare solo frutta.  La frutta contiene tanto zucchero ed anche se nella forma integra lo zucchero viene accompagnato da fibre è comunque troppo.  Aggiungendo verdura e foglie verdi bilanciamo questa carica di zuccheri e quindi il metabolismo degli zuccheri avverrà più gradualmente.

Nel mio frullato mattutino aggiungo anche un avocado e un cucchiaio di olio di cocco. Due fonti di grassi sani che danno tanta energia e quindi mi aiuta a sentirmi sazia e energetica fino all’ora di pranzo – senza ricorrere a spuntini e dolcetti a metà mattinata.

Evito di bere il caffè insieme al frullato perché la caffeina inibisce l’assorbimento di tante vitamine.  Lo prendo – senza pezzo dolce… alla pausa di metà mattinata.

 

 

L’olio di cocco ha proprietà antivirali, antibatteriche, antifungine e antimicrobiche. In particolare, l’acido laurico contribuisce a combattere malattie come herpes, influenza, citomegalovirus, gonorrea ed è particolarmente efficace contro la candida. Del resto è la sostanza che in assoluto contiene più acido laurico di ogni altra al mondo. Uno studio condotto nel 2009 ha dimostrato che il consumo di 2 cucchiai al giorno di questo olio consente di controllare il peso e soprattutto di favorire l’eliminazione del grasso addominale che in genere è difficile da smaltire anche per chi segue diete dimagranti.

Ogni mattina preparo un frullato per due persone.

Per me lo lascio denso come una crema o uno yoghurt e metto un po’ di semi o muesli sopra. Alberto invece preferisce berlo e quindi aggiunge un po’ di acqua dopo che io ho levato la mia parte.

           La ricetta di base (2 porzioni) è:

  • ½ avocado o uno intero se piccolo
  • 1 mela tagliato a pezzi (lavata ma con la buccia)
  • 1 limone o lime sbucciato e tagliato a fette per levare semi
  • 1 kiwi
  • 1 banana non troppo matura
  • 1 cucchiaio abbondante di olio extra vergine di cocco se solido, 2 cucchiai se liquido
  • ½ finocchio
  • 1 manata abbondante di foglie verdi (spinaci baby, ortica, bietole)
  • 1 pezzo di circa 2 cm di zenzero fresco
  • Aggiungo pochissima acqua.

 

Si possono variare sia la frutta che la verdura, cerca però di fare un frullato bilanciato e non troppo dolce.

Per esempio se non ti piace il zenzero lo eviti, qualche volta metto un pezzo di cavolfiore o broccoli, la domenica aggiungo un pezzo di ananas e così via.

                                                                                   BUONA COLAZIONE!                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                 

One thought on “IL FRULLATO VERDE

  1. gaia ha detto:

    Grazie! consigli preziosissimi ne farò tesoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *