Artrosi

Artrose-fases

Nel contesto generico dei “mal di schiena” l’artrite è sicuramente il disturbo più frequente e comprende una vasta gamma di disturbi che variano per intensità e gravità. La forma più comune è chiamata osteoartrite o artrite degenerativa ed è dovuta al’’usura della cartilagine che ricopre le superfici articolari.
Quando la cartilagine dell’articolazione è danneggiata, la superficie dell’osso, molto sensibile, subisce uno stress eccessivo causando cambiamenti degenerativi. Sovente i legamenti attorno alla zona implicata calcificano e producono speroni ossei. Questi osteofiti possono, a loro volta, irritare altri tessuti circostanti.
Le zone maggiormente colpite sono la parte bassa del collo, la zona lombare, le ginocchia ma anche le dita della mano.

La vita media delle persone si è allungata perciò il corpo è più soggetto ai cambiamenti dovuti all’usura, simili a quelli di una macchina, e chiunque nel corso della propria esistenza sarà afflitto dall’artrite degenerativa. C’è da precisare, però, che l’inizio e la gravità di tale fenomeno possono essere influenzati da traumi, tipo di lavoro, stile di vita, peso, dieta ed eredità genetica.
I sintomi dell’artrite sono rigidità e dolorabilità del segmento implicato e nel caso di un’articolazione che regge il peso del corpo, ad esempio anche o ginocchia, la mobilità stessa della persona può essere intaccata.
I trattamenti chiropratici possono ritardare l’inizio dell’artrosi e ridurre i sintomi dell’usura.

Non vorremmo trasmettere la falsa illusione che la Chiropratica può risolvere tutti problemi, e l’artrosi sicuramente è una situazione dove noi non possiamo avere un effetto diretto. Ci sono però tante persone nella terza età che hanno tratto tanto beneficio dai trattamenti chiropratici.

Il corpo deve muoversi e quando un’articolazione si blocca, qualunque sia la causa, genera dolore. Se riusciamo a migliorare la mobilità generale e, in particolare quella delle articolazioni, possiamo avere un effetto positivo sulla diminuzione di dolore e di conseguenza sulla qualità della vita della persona trattata.